twitter  youtube   italia   inglese   spagnolo   Registrati

Aggiornamento PCM 2013.03.3(07.01.2014) E' in download l'aggiornamento di PCM, versione 2013.03.3b (upgrade della 2013.03.3 online dal 20.12), con le nuove funzionalità dedicata agli interventi di consolidamento, dedicato a tutti gli Utenti di PCM 2013.
Si completa così il piano di aggiornamento annuale, in attesa degli importanti sviluppi 2014 che illustreremo in anteprima nel corso del mese di gennaio.
Con l'occasione, rinnoviamo i più cordiali auguri per il nuovo anno.

Vediamo ora in sintesi le nuove funzionalità.
Con PCM è possibile studiare ed approfondire vari tipi di interventi di rinforzo strutturale, orientati a migliorare il comportamento delle pareti in muratura. Accanto a metodologie tradizionali (iniezioni cementizie, betoncino armato, diatoni artificiali, rinforzi a taglio con barre in acciaio, tiranti per la precompressione) sono proposte tecnologie all’avanguardia:
rinforzi con nastri in FRP,
applicazione dei nastri in acciaio pre-tesi con metodo CAM © EdilCAM,
ristilatura dei giunti e armatura con trefoli in acciaio (Reticolatus),
altri tipi di interventi (quali intonaci armati con reti GFRP) descrivibili mediante opportune proprietà meccaniche dei materiali.
Con tali modalità alternative è possibile quindi focalizzare il miglior intervento per il progetto di consolidamento in esame, adeguando la tecnologia scelta alle effettive caratteristiche dell’edificio. Alcuni esempi:
per una muratura storica a faccia vista la tecnica Reticolatus costituisce un’ottima soluzione;
per murature varie senza particolari necessità di faccia vista la tecnica CAM fornirà un adeguato consolidamento anche attraverso effetti di precompressione e confinamento della muratura;
per murature sufficientemente regolari, la disposizione dei nastri in FRP consentirà un netto miglioramento delle prestazioni antisismiche per pressoflessione e taglio;
intonaci armati di nuova generazione (malta a basso modulo di elasticità e reti in fibra di vetro) consentiranno un miglioramento sensibile delle qualità meccaniche delle pareti senza alterare troppo le rigidezze e le masse strutturali.
In generale, gli interventi di nuova generazione si propongono l’obiettivo di alterare il meno possibile la configurazione originaria dell’edificio e di consentire, soprattutto per i casi di edifici storici e vincolati, la reversibilità. Con le nuove funzionalità, PCM fornisce quindi metodi adeguati per la vasta casistica degli edifici in muratura.
Per l'aggiornamento: scaricare PCM 2013.03.3 dal menu Download del sito; reinstallare anche 'Supporto', per aggiornare la documentazione di riferimento.
Per una guida rapida agli interventi di consolidamento in PCM 2013, consultare qui il documento su file pdf (il documento è accessibile anche direttamente da PCM dopo aver eseguito l'aggiornamento di Supporto)

Continuando a consultare aedes.it, acconsenti all'utilizzo dei nostri cookie.